dolore fisico

I benefici dei trattamenti Reiki per il dolore fisico anche secondo l’OMS

L’utilizzo del Reiki per la gestione del dolore è consigliato anche dall’Organizzazione Mondiale della Sanità come terapia complementare non farmacologica.

Nel 2007, infatti, la World Health Organization (WHO) ha pubblicato a Ginevra il documento “WHO Normative Guidelines on Pain Management“. L’obiettivo generale dello studio era di determinare le linee guida da sviluppare in tutto il mondo da parte di esperti e varie organizzazioni attive nel campo della gestione del dolore.

La corretta diagnosi e il corretto trattamento del dolore rappresentano un’importante preoccupazione per la salute pubblica. Milioni di persone nel mondo con gravi dolori acuti e cronici soffrono a causa dell’ignoranza dei medici e della mancanza di un approccio scientifico standardizzato.
L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) si impegna a facilitare il trattamento adeguato del dolore attraverso l’uso legittimo di analgesici oppioidi. L’OMS, attraverso il suo programma di accesso ai farmaci controllati, prevede di aiutare gli Stati membri a raggiungere un equilibrio tra l’uso di sostanze controllate per scopi medici legittimi e la prevenzione del loro abuso. Queste linee guida dovrebbero incoraggiare pratiche economicamente vantaggiose in contesti di risorse limitate.
Le modalità non farmacologiche sono state incluse nelle linee guida sul cancro. Queste possono essere utilizzate in ogni fase a seconda delle necessità del paziente.

Nelle linee guida l’OMS raccomanda il Reiki come tecnica complementare per la gestione del dolore:

Dovremmo raccomandare le modalità non farmacologiche come per esempio l’approccio psicologico e riabilitativo (fisioterapia), la fitoterapia, l’agopuntura, trattamento basato sulla fede, il Reiki e il Jugizu, la musicoterapia, le arti, il suono come tecniche per il trattamento di tutti i pazienti con dolore. L’esperienza mostra che includendo anche altre dimensioni (biologiche, psicologiche, sociali e spirituali) nel lavoro con il paziente, possiamo vedere una grande differenza nel dosaggio degli oppioidi

Gli studi scientifici

In effetti esistono ormai diverse evidenze scientifiche sui benefici prodotti dal Reiki nel ridurre il dolore.
Nel 1997 la rivista Cancer prevention & control ha pubblicato l’articolo “Using Reiki to manage pain: a preliminary report“. Si tratta di uno studio finalizzato a esplorare l’utilità del Reiki come coadiuvante della terapia con oppioidi per la gestione del dolore.
Tenendo conto che spesso l’uso degli oppioidi aggrava gli altri sintomi comuni dei pazienti oncologici, gli autori erano interessati a esplorare strumenti che consentissero il controllo del dolore con basse dosi di oppioidi.
Si è trattato di uno studio pilota che ha coinvolto 20 volontari che hanno sperimentato dolore in 55 punti per una serie di motivi, tra cui il cancro.
Ogni volontario ha ricevuto un trattamento Reiki completo della durata di 75 minuti, realizzato da un operatore Reiki di secondo livello nel proprio ufficio. I fattori ambientali erano gli stessi per ogni trattamento.
Per misurare il dolore sono state utilizzate due diverse scale: una scala analogica visiva (VAS) da 0 a 10 e una scala Likert da 0 a 5. I partecipanti hanno completato entrambe le scale immediatamente prima e dopo il trattamento.
I risultati hanno mostrato che l’85% dei partecipanti aveva meno dolore dopo il trattamento Reiki.

Consulta tutti gli altri studi sui benefici del Reiki per il dolore.

Sei un’operatore sanitario, un malato, un caregiver? Frequenta un Corso di Reiki e inizia ad utilizzare questa tecnica semplice e versatile per il benessere tuo e degli altri.

Daniela Fregosi – Insegnante della Scuola ilReiki
Per approfondire accedi al nostro www.ilreiki.it
e segui le nostre Pagine Facebook: scuola.ilreiki.it – allineamento.reiki
Consulta tutti gli articolo della rubrica “Reiki” di questo Blog


Autore dell'articolo: Daniela Fregosi Scuola ilReiki

Daniela Fregosi Scuola ilReiki
La Scuola di Reiki nasce per formare al Reiki, per formarsi al servizio degli altri, per avvicinarsi con mente/cuore aperti e con curiosità al mondo dell'energia, utilizzando un approggio pragmantico. La Scuola prende vita dalla passione di un gruppo di persone che si sono riconosciute negli intenti e hanno deciso di unire le loro forze, per poter fare di più e meglio. www.ilreiki.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *