creme fai da te

Creme fai da te: quali vantaggi?

Sento sempre di più parlare di creme fai da te. Ma c’è un reale vantaggio a creare un cosmetico da soli dalle materie prime?

Da quando c’è stato il boom dei tutorial uno degli argomenti più gettonati è quello delle creme fai da te. Non so quale sia la motivazione che possa portare a pensare di creare il proprio prodotto in casa al di fuori di un laboratorio. Provo a ipotizzare che possa trattarsi di sfiducia nei confronti delle case cosmetiche, di voglia di fare da soli, della difficoltà effettiva a reperire il prodotto giusto per le proprie esigenze. Il fatto è comunque che sempre più persone decidono di provare da soli a creare il proprio cosmetico oppure si affidano a chi una casa cosmetica non ce l’ha ma ha realizzato a casa propria alcuni prodotti.

 Fai da te: pochi vantaggi

Creme fai da teIl vantaggio principale delle creme fai da te è che decidiamo noi la qualità degli ingredienti e che tipo di ingredienti usare. L’esigenza di chi decide di produrre il proprio cosmetico di solito è proprio la qualità di ciascun ingrediente o la sua origine (ecosostenibile). Spesso si vuole un prodotto completamente biologico o per vegan o senza siliconi e così via. La reperibilità della materia prima con internet ormai non è più un ostacolo ma dobbiamo comunque fidarci dei siti che ci forniscono questa materia prima!

Soprattutto i neofiti di questo fai da te sfruttano un altro vantaggio: usano pochi ingredienti quindi da una parte è più difficile sbagliare dall’altra, per mia esperienza, ho notato che le creme migliori sono sempre quelle con un INCI insolitamente corto.

La chimica dietro la cosmesi

Creme fai da teParliamo ora di chimica. Sento spesso dire: “È chimico, non è naturale”! Questa frase non è corretta e porta a tanta disinformazione in ambito cosmetico e non. Il nostro mondo è pervaso dalla chimica. La chimica studia la struttura e la composizione degli elementi, il dosaggio di ogni elemento all’interno di una composizione. La chimica studia anche quali elementi possono unirsi o fondersi e quali invece non possono o non devono farlo. Tutto questo ha il suo ruolo fondamentale in cosmesi. Cominciamo quindi a non applicare il termine “chimico” a tutto ciò che consideriamo invece “nocivo”.

In ogni cosmetico abbiamo elementi funzionali, elementi che servono a conservare il prodotto, coloranti, detergenti e così via. La chimica ci dice quali di questi elementi servono a rendere la nostra crema stabile e per quanto tempo. Ci dice quali di questi elementi possono andare insieme e quali no. Nel caso in cui due elementi non possono unirsi (ad esempio elementi acquosi e elementi a base di olio) ci dice cosa usare per renderli invece compatibili.

Tutte queste conoscenze e molte altre sono alla base di una buona formulazione cosmetica.

Creme fai da te: svantaggi

Creme fai da teChi non ha basi di chimica e di cosmetologia nel momento in cui si mette a creare un prodotto fai da te affronta dei rischi. I laboratori cosmetici lavorano in ambienti protetti dai batteri come non è possibile fare nelle nostre case. Ogni cosmetico è brevettato e controllato. C’è un regolamento europeo (Regolamento 1223/2009)* sulle sostanze che possono essere usate e in quali quantità, su che tipo di controlli debbano essere fatti sui cosmetici nuovi e su quelli già in circolazione. Insomma, per quanto allarmismo e pessimismo possa esserci, ogni cosmetico è garantito dal Ministero della Salute. Nulla di quello che facciamo in casa è controllato a tal punto! Ogni prodotto che troviamo sul mercato ha soddisfatto determinati standard di sicurezza.

Ci chiediamo quindi perché un cosmetico possa averci dato una reazione allergica di qualche tipo. Perché soddisfare gli standard di sicurezza non equivale a dire che ogni prodotto va bene per tutti. Quando scegliamo dobbiamo stare noi attenti a determinate questioni: se siamo soggetti allergici, quale è la nostra allergia, se abbiamo una pelle particolarmente sensibile…

Poiché un cosmetico non è un medicinale non serve una prescrizione medica, ma in casi particolari è corretto andare da un dermatologo oppure farsi aiutare nella scelta da un’estetista.

Il mio consiglio è quindi di affidarsi a cosmetici testati e autorizzati. Ormai i cosmetici sono biologici, per vegetariani e vegani, senza parabeni, senza siliconi e così via dicendo perciò soddisfano veramente la maggior parte delle esigenze. Non c’è proprio alcuna necessità di creare il proprio prodotto personale se non una voglia di giocare e sperimentare.

*Se volete approfondire questo argomento e scaricare il Regolamento europeo in materia di cosmetici in formato PDF cliccate qui!

Continuate a seguirmi sulla rubrica Trucco e trucchi per altri consigli di bellezza e… alla prossima!

Il mio sito internet: https://alessandratrecci.com

La mia pagina Instagram: https://www.instagram.com/alessandratrecci

La mia pagina Facebook: https://www.facebook.com/ATmakeup


Autore dell'articolo: Alessandra Trecci AT MakeUp&Hair

Alessandra Trecci AT MakeUp&Hair
Alessandra Trecci lavora a Roma come truccatrice e acconciatrice specializzata in particolare in trucco e acconciatura sposa. Ha studiato presso l'accademia Stefania D'Alessandro e MUAS di Roma. Libera imprenditrice, lavora come freelance anche per gli studi fotografici. Per collaborazioni e informazioni: info@alessandratrecci.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *