il fondotinta

Il fondotinta: mai senza! (Prima parte)

Ogni pittore prepara la sua tela con cura prima di creare un capolavoro; allo stesso modo il fondotinta è la base per la riuscita di qualsiasi trucco.

Il fondotinta sta al make-up come la tela sta al pittore. In realtà prima ancora del fondotinta ci sarebbe la cura della pelle, ma partiamo dal presupposto che la nostra pelle sia pulita e idratata, cosa cambia la riuscita di un trucco? Risposta: il modo in cui abbiamo fatto la nostra base e cioè come abbiamo applicato il fondotinta!

Non mi credete? La prova da fare è semplice: fate un bel trucco compreso rossetto e blush senza fare la base, scattate una foto. Poi struccate il blush e fate la base (fondo, correttore, aggiungete di nuovo il blush). Che ve ne pare? Avevo ragione?

Oggi andiamo a vedere da vicino cosa è un fondotinta e come si applica.

Tre consistenze

il fondotinta
Uno dei tanti fondotinta in commercio: liquido, a base acqua , con tutti ingredienti naturali.

I fondotinta che abbiamo sul mercato sono di tre tipi principali: in polvere (anche in polvere compatta), liquido (il più conosciuto) e in crema (il meno conosciuto, ma più professionale).

I fondi in polvere più famosi al momento sono quelli minerali: di solito in polvere libera, a volte anche compatti (somigliano alla cipria). I fondotinta liquidi sono i più usati, anche perché sono quelli più comuni, si trovano persino al supermercato! Hanno una consistenza più o meno densa, ma sono comunque fluidi. I fondotinta in crema sono di solito fondi professionali, un po’ più difficili da stendere, si presentano in cialde e sono molto più densi di un fondo liquido, ma non compatti quanto una cipria.

Che cosa c’è dentro un fondotinta?

Gli ingredienti fondamentali sono due: una base e il pigmento.

L’ingrediente base consiste in oli o cere (più o meno naturali) oppure si tratta di semplice acqua. Questo ingrediente base di solito fa la differenza per il nostro tipo di pelle: se abbiamo la pelle che tende a seccarsi meglio un fondo a base grassa, se invece la nostra pelle si lucida facilmente meglio un fondo a base di acqua. Sono molto facili da riconoscere perché è il primo ingrediente che troviamo in cima alla lista.

Il pigmento invece è il colore. Più pigmento c’è nel fondo e più coprirà tutte le nostre imperfezioni. In conclusione, se il fondo per voi è troppo “pesante” non dipende dal pigmento, ma dalla base. Quindi non è vero che più il fondo è “coprente” e più è pesante!

Tre tipi di applicazione

il fondotinta
Pennelli kabuki

Il fondotinta può essere applicato con una spugnetta (o beauty blender), con un pennello sintetico piatto, con un pennello a setole miste tondo (duo fibre), pennello tondo con setole naturali (kabuki). Ognuno dei tre fondi di cui abbiamo parlato ha il suo strumento d’elezione.

Il fondo in polvere si applica prevalentemente con il kabuki, se dovete insistere in alcuni punti anche il piumino della cipria può andare bene.

Il fondotinta liquido si applica principalmente con il pennello piatto o con quello a setole miste. Con il pennello piatto si userà un movimento dall’alto verso il basso o da destra verso sinistra, con il pennello duo fibre si useranno movimenti circolari.

Il fondo in crema si applica meglio con la spugnetta e va steso con un movimento orizzontale o verticale nei punti in cui vogliamo rimanere più leggeri, mentre va “picchiettato” nei punti del viso in cui vogliamo coprire di più..

In realtà la spugnetta o beauty blender è ottima anche per ritoccare il fondo messo con il pennello. La spugnetta classica è a forma di trapezio, il beauty blender che va di moda ora è a forma di goccia.

Non esiste lo strumento per eccellenza, come non esiste la bacchetta magica. L’importante è trovare lo strumento che ci fa ottenere il risultato desiderato proprio come fosse una bacchetta magica! A me piace usare il fondo in crema con pennello piatto e spugnetta, ma è una questione puramente personale.

Tecniche di trucco: applicazione e fissaggio

il fondotinta
Fondi in crema professionali

Nel make-up ci sono delle regole di base che non vanno mai sottovalutate. Una di queste, che è alla base della riuscita di ogni trucco, è che ogni prodotto “grasso” va fissato. Il fondotinta non fa eccezione nonostante abbiamo visto come ce ne siano molti a base di acqua. Il fissaggio dei prodotti grassi si fa con le polveri. Quindi dopo il fondotinta è assolutamente imprescindibile passare un velo di cipria. Questo fissa il fondo e ci permette quindi di mantenerlo al suo posto per tutta la giornata. Niente ci vieta poi se ci vediamo un po’ lucide di applicare la cipria ogni volta che ne abbiamo bisogno.

Al contrario se la nostra pelle tende a essere secca, dopo la cipria, ravviviamo l’idratazione con uno spruzzo di acqua termale. Eviteremo l’insorgere di rughette di espressione e avremo una sensazione più confortevole.

Un capitolo a parte merita la scelta della tonalità del fondotinta. Quindi continuate a seguirmi su Trucco e Trucchi e la prossima settimana sceglieremo insieme il fondotinta che fa per noi!

Alla prossima!

Il mio sito internet: https://alessandratrecci.com

La mia pagina Instagram: www.instagram.com/alessandratrecci

La mia pagina Facebook: www.facebook.com/ATmakeup


Autore dell'articolo: Alessandra Trecci AT MakeUp&Hair

Alessandra Trecci AT MakeUp&Hair
Alessandra Trecci lavora a Roma come truccatrice e acconciatrice specializzata in particolare in trucco e acconciatura sposa. Ha studiato presso l'accademia Stefania D'Alessandro e MUAS di Roma. Libera imprenditrice, lavora come freelance anche per gli studi fotografici. Per collaborazioni e informazioni: info@alessandratrecci.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *