propriocezione e postura

Propriocezione e postura: due parole così diverse in apparenza, ma strettamente legate tra loro

Che relazione c’è tra propriocezione e postura? Cerchiamo di scoprire che cosa lega queste due parole apparentemente così diverse…

Propriocezione e postura sono due aspetti dell’equilibrio umano, fortemente dipendenti uno dall’altro.

La propriocezione

Nell’articolo della scorsa settimana, sull’Esercizio instabile, vi avevo parlato dei recettori coinvolti nel lavoro sulla propriocezione. Questi recettori inviano continuamente ai centri nervosi superiori, tramite i cordoni laterali della sostanza bianca del midollo spinale, tutte le informazioni sullo stato di tensione dei muscoli, dei legamenti e delle capsule articolari. I centri superiori elaborano le informazioni e, a seconda delle sensazioni ricevute, inviano poi ai muscoli gli stimoli per apportare le correzioni necessarie, sia in posizione statica che dinamica.

Abbiamo visto che la sensibilità propriocettiva permette di sentire la posizione dei diversi segmenti corporei, e il senso del movimento (cinestesia), anche quando gli occhi sono chiusi, e consente al corpo di muoversi al meglio.

Per eseguire gli esercizi propriocettivi andiamo ogni volta a rimodellare lo schema motorio, sollecitando i recettori sensoriali (propriocettori ed esterocettori).propriocezione e postura

Le terminazioni nervose specializzate hanno origine nei muscoli, nella fascia, nei tendini, nei legamenti, nelle articolazioni e persino nella pelle. Questi recettori sensoriali percepiscono la quantità di pressione, la velocità a cui si sta verificando un movimento, il cambiamento di velocità, la direzione del movimento e qualsiasi dolore associato al movimento.

La propriocezione è quindi un continuo scambio di informazioni, tra il sistema nervoso centrale e periferico, e di azioni da esso indotte in modo che ogni persona riesca a mantenere uno stato di equilibrio, comfort e non dolore.

Tutto questo è il sistema che regola la postura.

Cos’è la postura?

Il dizionario Treccani riporta le seguenti definizioni. “In fisiologia, l’atteggiamento abituale di un animale, determinato dalla contrazione di gruppi di muscoli scheletrici che si oppongono alla gravità”; “Nel linguaggio medico, sinonimo generico di posizione: assumere una corretta postura; la postura del busto, della colonna vertebrale”.

Una definizione più semplice di postura potrebbe essere: “la posizione del corpo nello spazio, e la relazione spaziale tra i segmenti corporei, il cui fine è il mantenimento dell’equilibrio“. Possiamo dire che la postura è il collegamento tra la morfologia, o attitudine, e il modo di muoversi.

L’uomo è costantemente in cerca di equilibrio, per stare in piedi, in una lotta perpetua contro la gravità. Il ruolo della funzione posturale è quello di mantenere la posizione eretta nonostante la gravità, e di mantenere l’equilibrio durante il movimento. Nello sviluppo del bambino, ad esempio, non sarà possibile nessun movimento finalizzato senza l’acquisizione della funzione posturale.

La relazione tra propriocezione e postura

La rieducazione posturale, oltre alla mobilizzazione passiva delle articolazioni, è una strategia efficace per migliorare la propriocezione.

I cambiamenti della postura influenzano la propriocezione e i cambiamenti della propriocezione influenzano le posizioni strutturali e dinamiche.

Alla luce di quanto detto si può pensare che esista un’infinità di possibili posture. E soprattutto che non esista una postura ideale, ma una corretta postura, che è alla base di ogni movimento e gesto che compiamo…

 

Continuate a seguirmi sulla mia pagina Facebook o su BenessereItalia360.

Ft. Alessandra D’Ilario


Autore dell'articolo: Dottoressa Alessandra D Ilario

Dottoressa Alessandra D Ilario
Sono una fisioterapista e come tale ho esercitato tanti anni presso centri di fisioterapia e cliniche di riabilitazione, finché non ho deciso di dedicarmi completamente al lavoro autonomo nel mio studio, situato in zona Axa-Malafede, per offrire ai pazienti un servizio di qualità con trattamenti indirizzati alla singola persona. Quella del fisioterapista è una professione in continua evoluzione, e che necessita di attenzione e formazione continua. FISIOTEC nasce con l'obiettivo di unire l'esperienza e la professionalità maturate in quasi vent'anni di lavoro, con l'utilizzo di sofisticati macchinari tecnologicamente molto avanzati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *