struccarsi

Struccarsi: tedio o liberazione?

Struccarsi a fine giornata può essere un atto liberatorio, più spesso vi sento raccontarlo come una seccatura. Vediamo come renderlo meno stressante!

Struccarsi a fine giornata è un atto fondamentale per prenderci cura della nostra pelle. È un’operazione imprescindibile che va svolta anche se non ci siamo truccate perché va a rimuovere non solo, come ovvio, il trucco, ma va a pulire la pelle da tutte quelle impurità con cui è venuta a contatto.

Struccarsi in linea con la tradizione

struccarsiTradizionalmente l’attività di detersione della pelle va fatta con un latte detergente e un tonico. Il latte messo su un dischetto di cotone va passato sul viso per rimuovere le impurità e poi il tonico serve a rimuovere il latte detergente e a ripristinare il ph della pelle. Lo stesso consiglio che vi do per la crema idratante (cioè di scegliere quella adatta al vostro tipo di pelle) vale per latte e tonico. Attenzione alla scelta del tonico soprattutto se avete la pelle sensibile!

I nuovi prodotti

Visti i prodotti della tradizione andiamo a vedere invece quelli innovativi. Uno di questi è l’acqua micellare. La sua funzione è la stessa identica del latte detergente o di un qualsiasi struccante e potete usarla sempre con i dischetti di cotone.

Un altro prodotto nuovo è il gel: a contatto con l’acqua fa schiuma e quindi è adatto a essere risciacquato. Se vi piace lavarvi il viso alla vecchia maniera può essere una valida opzione.

Altro prodotto, per così dire, nuovo è lo struccante bifasico: dalla consistenza spesso acquosa va miscelato agitandolo in modo da rendere omogenea la parte acquosa e quella oleosa.

struccarsiCosa cambia tra questi prodotti? La texture, cioè la consistenza del detergente. Quello che non cambia assolutamente è la funzionalità. Non c’è niente di miracoloso in un’acqua micellare come non c’è in un gel che fa schiuma: tutti questi prodotti sono praticamente dei saponi quindi scegliete quello che vi dà la sensazione più confortevole sulla pelle oppure quello che a vostro avviso vi fa risparmiare tempo.

Per quanto riguarda i dischetti di cotone, un ottimo sostituto ecologico sono i panni in microfibra che possono essere usati sia solo con l’acqua che con il vostro struccante preferito.

Struccare le pelli sensibili

Un paragrafo a parte lo voglio dedicare alle pelli sensibili perché faccio parte proprio di quel gruppo di persone che si arrossa facilmente e che ha problemi di rosacea. Scegliete naturalmente tutti prodotti che non vadano a stressare la pelle, ci sono ottimi struccanti per pelli sensibili e reattive, ma soprattutto fate attenzione a non frizionare troppo la pelle. Al bando quindi struccante acquoso e dischetto di cotone!

La mia routine

struccarsi
Le matite usate nella rima cigliare interna o esterna possono essere difficili da rimuovere. Usando dei cotton fioc l’operazione diventerà più semplice e veloce!

Personalmente per struccarmi uso il latte detergente o il gel, li metto sulle mani e massaggio tutto il viso, il collo e gli occhi. Come sappiamo tutti, il mascara è la parte più ostinata, quindi massaggio gli occhi fino a sentire che le ciglia non sono più rigide, ma sono della loro morbidezza naturale. Risciacquo con l’acqua (ebbene sì, faccio parte di quel gruppo di persone che non sentono di essersi struccate del tutto se non dopo un bel risciacquo). Mi asciugo con un panno in microfibra.

Finisco di struccare gli occhi perché sicuramente ci saranno ancora residui della matita o dell’eyeliner sia nella rima interna che in quella esterna. Ancora per evitare sfregamenti inutili uso un cotton fioc che riesce ad arrivare meglio tra le ciglia senza dover strofinare molto. Se ce n’è bisogno faccio un ulteriore massaggio con il latte detergente. Sciacquo di nuovo e passo il tonico con il dischetto di cotone, questa volta sfregando leggermente ma solo per controllare che il fondotinta sia andato via del tutto. Non pensate che ci voglia molto, sicuramente ci ho messo più tempo a scrivere tutta la procedura che non a farla ogni sera!

Se avete domande scrivetele nei commenti, vi risponderò al più presto! Continuate a seguire la mia rubrica e… alla prossima!

Il mio sito internet: https://alessandratrecci.com

La mia pagina Instagram: https://www.instagram.com/alessandratrecci

La mia pagina Facebook: https://www.facebook.com/ATmakeup


Autore dell'articolo: Alessandra Trecci AT MakeUp&Hair

Alessandra Trecci AT MakeUp&Hair
Alessandra Trecci lavora a Roma come truccatrice e acconciatrice specializzata in particolare in trucco e acconciatura sposa. Ha studiato presso l'accademia Stefania D'Alessandro e MUAS di Roma. Libera imprenditrice, lavora come freelance anche per gli studi fotografici. Per collaborazioni e informazioni: info@alessandratrecci.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *